Super multe dell’Antitrust per Enel e Acea

  • by

L’Antitrust ha sanzionato per complessivi 109 milioni Enel e Acea. Nella riunione del 20 dicembre 2018 l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha inflitto una multa per oltre 93 milioni di euro al gruppo Enel e per oltre 16 milioni di euro al gruppo Acea per aver abusato della propria posizione dominante nei mercati della vendita di energia elettrica in cui offrono il servizio pubblico di maggior tutela. Tale servizio, dopo continui rinvii, è destinato a essere eliminato entro il primo luglio 2020 e tutti gli operatori sono da tempo impegnati per accaparrarsi questa consistente fetta di mercato. Tanto il gruppo Enel quanto il gruppo Acea hanno sfruttato in modo illegittimo prerogative e asset, derivanti dall’essere fornitori di maggior tutela, per realizzare una dichiarata politica di «traghettamento» della clientela già rifornita a condizioni regolate verso contratti a mercato libero. In particolare, l’istruttoria ha accertato che sia Enel -almeno a partire dal gennaio 2012 e almeno fino al maggio 2017-, sia Acea -almeno dal 2014 e fino a tutto il 2017- hanno raccolto i consensi privacy dei clienti serviti in maggior tutela a essere contattati a scopo commerciale e hanno poi utilizzato tali liste per formulare agli stessi clienti offerte mirate per il passaggio al mercato libero. Nel corso dei procedimenti, l’Autorità si è avvalsa della collaborazione del Nucleo Speciale Antitrust della Guardia di Finanza.

Il mercato tutelato in Italia rappresenta ancora oltre il 60% della clientela domestica e quasi il 50% di quella non domestica in bassa tensione.