Fino a 5 milioni per progetti lombardi in ricerca e sviluppo

Dal 15 gennaio al 28 marzo è aperta la call per presentare le domande di partecipazione al nuovo bando della regione Lombardia per il potenziamento degli ecosistemi lombardi della Ricerca e dell’Innovazione quali Hub a valenza internazionale.
Cospicua la dotazione finanziaria: 70 milioni di euro di agevolazioni, tra risorse stanziate nell’ambito del POR FESR 2014-2020 – pari a 50,2 milioni – e fondi messi a disposizione dalla Regione stessa, per 19,8 milioni di euro.

Per ciascun progetto di R&S potrà essere concesso un contributo massimo pari a 5 milioni di euro, sia per attività di Ricerca industriale che di Sviluppo Sperimentale, calcolato secondo la tipologia di beneficiari: e dunque il 60% delle spese ammesse per le Piccole imprese, il 50% per le Medie imprese e il 40% delle spese ammesse per Grandi imprese e Organismi di ricerca.

I REQUISITI

Peri favorire la nascita di aggregazioni di imprese e organismi di ricerca in grado di competere anche sui mercati internazionali, a cominciare da quello europeo, i progetti devono prevedere investimenti complessivi (spese ammesse) pari ad almeno 5 milioni di euro.

Altra condizione richiesta è che ciascun Partenariato comprenda almeno una PMI e almeno un organismo di ricerca.

Tra le novità della Call Hub, la possibilità di affidare il ruolo di capofila anche a un Organismo di Ricerca e quella, per i soli Organismi di ricerca, di presentare fino a due progetti ovvero di far parte di due differenti partenariati, purché vengano coinvolti dipartimenti/unità di ricerca o articolazioni territoriale o settoriali.

Per essere giudicato ammissibile, ciascun Progetto di R&S deve inoltre svilupparsi in una delle 7 Aree di Specializzazione della “Strategia regionale di specializzazione intelligente per la ricerca e l’innovazione” S3 ovvero Aerospazio; Agroalimentare; Eco-industria; Industrie creative e culturali; Industria della Salute; Manifatturiero Avanzato; Mobilità sostenibile; oppure all’Area trasversale di sviluppo: Smart Cities and Communities.

Tra le spese ammissibili rientrano quelle per il personale, strumentazioni e attrezzature; Immobili (solo fabbricati), costi di ricerca contrattuale, per le conoscenze e brevetti e infine costi indiretti (spese generali).

LE CANDIDATURE

A corredo della domanda di partecipazione, da avanzare compilando il form ad hoc, ogni capofila deve presentare anzitutto l’accordo di partenariato attivato, oltre a una scheda tecnica di progetto, un piano economico-finanziario e un cronoprogrammacFino a 5 milioni per progetti lombardi in ricerca e sviluppoorrispondente alle fasi di progetto descritte nella scheda tecnica. 

La durata massima prevista per i progetti è di 30 mesi.

INFORMAZIONI E ASSISTENZA

Per informazioni e segnalazioni relative al bando si può scrivere all’indirizzo Call_Hub@regione.lombardia.it.

Per assistenza tecnica sull’utilizzo del servizio on line della piattaforma Bandi On line si può invece contattare il numero verde 800.131.151, attivo dal lunedì al sabato (escluso festivi) dalle ore 10 alle ore 20.